• info@cleopa.it

Category ArchiveVarie

Cleonice Parisi – Workshop per bambini 4-7

All’interno dei Workshop “I Sabati dell’Arte…vivere a colori!”, si inserisce questa proposta per BAMBINI dai 4 i 7 ANNI:
lettura e drammatizzazione di una favola.

Perché leggere una favola?
Perché le favole parlano la lingua dei bambini, nelle favole è naturale che un pesciolino parli con il mare, che il sole sia un signore su un carro di fuoco, che la luna sia una donna pallida con una collana di perle e di queste “verità” il bambino non chiede mai il perché.
Usare l’immaginario per superare le “piccole grandi paure” dei bambini.
L’educatrice e favolista Cleonice Parisi attraverso l’ausilio di strumenti preziosi, quali la favola, il Dado Stravolgi Favola e il Dado Comanda, accompagnerà i bambini nello sviluppo della propria fiducia interiore.
Argomento trattato: La Paura del Buio.

Prenotazione NECESSARIA entro il 26 gennaio

Uomo senza catene

Se non riesci a cambiare la realtà in cui vivi,
ricorda che nessun uomo è legato da catene
alla terra da cui proviene,
fa che le “cose” non diventino ancore con le quali affondare,
zavorre che non ti facciano decollare,
quando le abitudini cedono il passo alla consapevolezza,
ogni legame materiale diviene leggerezza.

L’uomo libero ha in una mano la responsabilità delle sue scelte
e nell’altra la capacità di costruire ovunque il suo passo lo conduca.

I casino online

casino1-988x853

I casino sono dei contesti di gioco in cui gli utenti hanno la possibilità di divertirsi, trascorrendo parte del proprio tempo libero scommettendo su diverse forme di intrattenimento, distinguibili in giochi da tavolo, macchinette elettroniche, giochi di carte.

Da oggi, non vi è la necessità di recarsi in un vero casino terrestre per avere il massimo del divertimento, in quanto, da luglio 2011, sono disponibili sulla rete tante piattaforme per il gambling on-line che offrono innumerevoli servizi di gioco che facilmente sono alla portata di tutti. Nei prossimi paragrafi, proveremo a scoprire insieme le principali proprietà di tali servizi di gioco.

All’interno delle piattaforme dei casino online con licenza Aams, che operano sul mercato del gioco a distanza italiano, gli utenti troveranno tante forme di intrattenimento di grande qualità, dotate di componenti grafiche sofisticate che riproducono, in modo perfetto, il contesto di gioco catapultando il giocatore in un ambiente sempre più avventuroso, ricco di emozioni e capace di regalare degli ottimi premi in denaro.

LA DAMA IN NERO – THE WOMAN IN BLACK DEL MAESTRO CANDIDO AUTERO

DAMA IN NERO FINITA 02

LA DAMA IN NERO – THE WOMAN IN BLACK
DEL MAESTRO CANDIDO AUTERO

OLIO SU TAVOLA… DIMENSIONE
50 X 150 Cm.
DIPINTO VENDUTO SU COMMISSIONE. IN MIAMI FLORIDA

DONNA

“poesia ispirata al dipinto del maestro Candido Autero, La Dama in nero”

Donna superba creatura,
candida perla
dalle tenebre appari
elegante, sinuosa, misteriosa
sai abbagliare, inebriare, consolare
donna tu sai ammaliare.

Magnifica è la tua essenza,
pelle di luna,
comandi  le maree del mio cuore
come seducente veleno
della notte ti fai manto
per sorprenderci col tuo incanto.

Senza-titolo-1

 Io col Maestro Candido Autero

Maestro raccontaci di te…

Cara Cleo, sono nato in provincia di Salerno nel 1950 in una fattoria di 45 ettari di terreno da umile famiglia di contadini, essi lavoravano a mezzadria. Vivevo in Paradiso in perfetta armonia con la natura,bastava stendere una mano e cogliere i frutti più belli che la natura potesse offrire,non avrei mai pensato che il destino mi avesse regalato il carisma artistico dell’arte pittorica,un dono meraviglioso dove la fantasia va oltre le frontiere dell’immaginazione,e che può diventare realtà. Nel 1962 già avevo un talento da carismatico nel disegno e nella pittura di mano precisa e scevra da ogni incertezza, senza che nessuno me lo avesse mai insegnato,ricordo che avevo la sensazione come se un’entità extracorporea guidasse la mia mano ad eseguire lavori di pittura artistica che in una dimensione di normalità non avrei mai potuto realizzare. Era come se in quel preciso istante si aprisse una finestra e i miei valori spirituali si fondessero con quelli di grandi artisti del passato a me sconosciuti,e che essi guidavano la mia mano a realizzare opere d’arte che in condizioni di lucidità psicologica per me sarebbe stato praticamente impossibile.

candido

Negli anni 60 l’epoca della rivoluzione giovanile,ho conosciuto grandi maestri dell’arte contemporanea,e al di sopra di ogni cosa essi mi hanno insegnato l’umiltà, poiché solo attraverso di essa si possono vedere le cose sotto il giusto tenore di luce,essi mi hanno insegnato che se le porte della percezione venissero purificate allora all’uomo tutto apparirebbe come realmente è. Nel 1967 andai a vivere a Londra e vi restai fino al 1971 nel filone artistico devo ammettere che Londra mi ha insegnato tantissimo,per 5 anni ho frequentato la ( ART NATIONAL GALLERY OF LONDON ) e lì ho imparato,studiato tutti i periodi della storia dell’arte:dal bizantino VI secolo D.C. fino ai nostri tempi attuali,inoltre conosco tutte le tecniche di restauro di opere d’arte antiche e contemporanee,eppure devo ammettere che dopo tutti questi anni vissuti nell’umiltà ,nella cultura non sono mai diventato ricco economicamente !!

IO CHE DIPINGO 3

Ma ricco di conoscenza sotto il profilo dell’arte,e ho sempre vissuto dignitosamente.Nel 1973 mi trasferii in Friuli e vi restai fino al 1978. Attualmente vivo e lavoro a Napoli.

Il Charlie Hebdo di un Italiana a Parigi

france_paris_charlie_hebdo_attack-e1420697234745

Il Charlie Hebdo di un Italiana a Parigi

Ringrazio Maria Grazia per la sua testimonianza

 

Sono italiana, cresciuta nella cultura napoletana. Abito in Francia da 9 anni. Vissuta per un primo periodo a Parigi, poi rifugiata nella campagna a nord ovest della capitale, in una cittadina di 12 mila anime, bagnata dalla Senna. Prima di trasferirmi qui avevo un’idea piuttosto edulcorata della Francia: un paese “voluto”, mica come noi qui che mangiamo pane e camorra. Poi, nello scorrere quotidiano e soprattutto nel tempo che mi ci é voluto per “adattarmi”, ho chiaramente scoperto che la vecchia massima”: tutto il mondo é paese” non é poi tanto vecchia.

Nel sistema politico e sociale francese ci son tante falle e contraddizioni che verrebbe da dire: “ma come fanno ad essere l’emblema della democrazia in Europa, leader del marketing territoriale o esempio dell’efficienza istituzionale?

Sempre vivendo e approcciandomi quotidianamente con la cultura francese mi son data una risposta: la simulazione. hanno un marchio nel loro DNA: vanno dritto all’obiettivo, e lo fanno senza mezzi termini o riflessioni Socratiane.

Loro sono una grande nazione perché sono convinti di esserlo. Detto questo pero’ bisogna anche dire che da un po’ di tempo a questa parte e per concorso di variabili (politica interna, economiche, sociali, di politica internazionale) sta perdendo immagine e PIL.

L’anno 2014 é stato connotato, anche se la politica estera francese ha sempre cercato di dissimulare, dalla minaccia del terrorismo islamico. E proprio a dicembre ci son stati degli episodi premonitori che il governo ha minimizzato bollando gli attentatori come dei fanatici in cerca di notorietà. Ed ecco che il 2015 si é presentato con quest’orribile fatto che ha scatenato il dibattito sulla libertà di espressione, sulla sacralità delle religioni, sulla laicità di Stato, sui fondamenti dei valori democratici, sull’integrazione, l’inter-culturalità. Una riflessione da fare dopo questa settimana da incubo: iniziamo a conoscere l’Islam, senza pregiudizi. la conoscenza é l’unica “arma” consentita. Io stessa ne ho avuti di pregiudizi sui musulmani, pensando di giudicare la loro civiltà sulla base delle mie esperienze personali. Niente di piu’ deviante e pericoloso. Una civiltà e la sua cultura trascende l’identità di un individuo singolo. Sono il sedimento, nei secoli, nei millenni, delle opere di uomini e donne, il loro approccio alla realtà; le loro risposte al significato della vita e della morte. Dopo l’evento tragico di Charlie Hebdo, al di là dei soliti sciacalli della politica che adesso cercano di sfruttare la situazione a loro vantaggio (una su tutti Marina Le Pen), senza contare la probabile recrudescenza dell’offensiva militare francese nei territori arabi, continuero’ a non condividere certe loro usanze che ledono la libertà personale (per intenderci i diritti inalienabili), quella che appartiene al pensiero occidentale, SIA BEN CHIARO.

Cosi’ come non condivido l’approccio satirico di Charlie Hebdo, a mio avviso caustico fino all’esasperazione. La satira di Charlie Hebdo é la quintessenza dell’ espressione della libertà di espressione, per certi versi mezzo efficace per spingere alla riflessione, ma tutto questo ha un prezzo e quelle persone ne erano coscienti. Un’attenuante: sulla testata del giornale é scritto ben in evidenza: “giornale irresponsabile”.

Ecco a me piace pensare a loro come persone per cui la vita significava: ridere, trombare, dubitare di tutto, dissacrare, ma certo non credo che si considerassero dei paladini della democrazia. Cio’ che trovo fortemente inquietante é che tra le vittime ci sia stato l’economista della “decrescita economica”, un intellettuale illuminato, custode di principi ineluttabili, la cui morte pero’ non ha suscitato la stessa risonanza che hanno avuto i vignettisti. Fiumi di retorica si son dispiegati in questi giorni.

Da una parte i francesi che si son risvegliati “tutti uniti” a difendere i valori democratici e i musulmani (in Francia saranno circa 7 milioni), gran parte dei quali di nazionalità francese che si dissociano dall’atto terroristico ma che le vittime se la son cercata….che é reato offendere i sacri valori di una religione. Io, nel mio micro-mondo fatto di gioie ed affanni, continuo a sperare in un mondo dove il dialogo é possibile e che ci sia una “decrescita” dell’apparire, del protagonismo a tutti i costi.

Napolitano – Gigi D’Alessio & friends, Ciro Vive e mozzarelline di bufala – Capodanno all’insegna dell’altruismo?

MANIFESTO-1

 

Che serata indimenticabile, quante emozioni, il saluto di fine d’anno del Presidente delle Repubblica  – Giorgio Napolitano a reti unificate,

++ Napolitano conferma prossima fine mandato ++ il quale dopo un “novennato” al vertice delle istituzioni ha confermato la propria decisione di lasciare l’incarico, dopo la fine formale del semestre europeo (13 gennaio), poi si è passati a salutare questo 2014 disastroso, fatto di scandali vedi Expo, Mose, Mafia Capitale, con una serata tutta all’insegna delle musica presentata da Gigi D’Alessio che una bufala su facebook dava per ricoverato all’ospedale Caldarelli per una brutta indigestione.

Gigi-DAlessio

Uno spettacolo tenutosi in Piazza Plebiscito a Napoli una location davvero eccezionale, finalmente la città presentata nella sua  nobile essenza storica, fatta di luci e colori, qualche punto lo abbiamo perso quando Biagio Izzo  nel salire sul palco ha infilato una mozzarellina tra “le fauci” di Gigi D’Alessio  affichè il messaggio “subliminale” si rafforzasse anche agli occhi dei più distratti.

Napoli ieri ha abbracciato alcuni delle sue voci  più amate, Enzo Avitabile, Lina Sastri, Valentina Stella ma sono state le voci mancanti che con il loro silenzio si sono fatte notare di più, dove erano Nino D’Angelo, Gigi Finizio, Sal Da Vinci? Cachè troppo alti o  semplicemente voci troppo importanti da accostare a quella del patron della serata? Chissà?

Ci ha stupiti un Anna Tatangelo in  formissima,  ma stavolta mi sa che dovrò cedere agli occhiali, se non fosse stata per la voce avrei giurato di aver visto salire sul palco Belen Rodriguez.

La chirurgia estetica oggi le donne non si limita a migliorarle ma le clona.

Sarà questo volersi conformare a tutti i costi a ciò che è “il bello attuale”, il concetto di bellezza femminile cambia di continuo, è la storia che lo insegna, oggi vanno le labbra a canotto domani quelle sottili, oggi va la donna pelle ossa domani quella in carne. Per restare in argomento attualmente la bellezza femminile che incarna il sogno dell’uomo medio, è quella di Belen Rodriguez, una donna che unisce nel proprio essere sensualità, bellezza e simpatia.

Ed ecco che la clono-chirurgia ha inizio ed il modello Belen attrae oltremodo. Attualmente il particolare che ci rendeva uniche, irripetibili,  è inteso come difetto, si tende ad uniformarsi al bello attuale, il genere che riscuote maggiore successo ma non basteranno carovane di consensi a saziare la fame di amore che ogni donna ha dentro di se, sino a quando non saremo divenute per noi stesse amabili. Sino ad allora continueremo a considerare ogni unicità un difetto da cancellare, rimodellare, ricondurre ad un modello standardizzato e ben accetto dai più.

Belen Rodriguez

belen-al-grand-prix

 

Anna Tatangelo

tatangelo-capodanno-300x225

Non sono mancati minuti commoventi per esempio quando è salita sul palco Antonella Leardi la mamma di Ciro Esposito, il tifoso del Napoli ferito a colpi di pistola il 3 maggio 2014 a Roma prima della finale di Coppa Italia, morto il 26 giugno per la gravità delle ferite riportate,  “Di fronte alla dignità di una madre come lei – dice Gigi – non ci deve essere più rivalità calcistica”. Poi le dona una maglia della pace col simbolo delle tifoserie di Napoli e Roma. Arrivano Maggio, Mesto e la Supercoppa Italiana. La mamma di Ciro poi si rivolge alla folla con un discorso appuntato su due pagine A/4, la cui sintesi riporto in questo breve stralcio: “Dobbiamo chiudere col passato e lasciare spazio alla speranza e all’amore per il 2015. Abbraccio tciro_viveutti coloro che hanno perso i propri cari per la follia dell’uomo e la criminalità. Ciro era pieno di vita e negli ultimi giorni ha avuto la forza di Dio. Ragazzi, rispondete al male con il bene”. La mamma di Ciro cita Sant’Agostino e Benigni, chiede giustizia non vendetta.  Bel gesto umano, comprendo che dolori del genere riescono a cambiare radicalmente la vita di una persona ma non sapevo che da quella triste vicenda, fosse poi nata l’Associazione Ciro Vive, con tanto di sito, di quota annuale, comunque se volete contribuire anche voi attivamente all’associazione creata dalla madre Ciro riporto i contatti: info@associazionecirovive.it –  ufficiostampa@associazionecirovive.it. Insomma oggi è il primo giorno dell’anno mi è sembrato giusto fare un sunto dell’ultimo.

10^ ED. PREMIO LETTERARIO NAZIONALE DI POESIA E NARRATIVA “SURRENTUM” -Scad.15 MARZO 2013

ars-scrivendi-marco-montalto

L’Associazione Culturale “ARS SCRIVENDI”

con il patrocinio della REGIONE CAMPANIA e del  COMUNE DI SORRENTO

ORGANIZZA

La 10^ EDIZIONE DEL PREMIO LETTERARIO NAZIONALE

DI POESIA E NARRATIVA “SURRENTUM”

Articolo 1

Sono previste 9 sezioni:

Sezione A           Poesia in italiano;

        Sezione B           Libro edito di poesia;

       Sezione C           Poesia in vernacolo napoletano;

       Sezione D           Poesia religiosa;

        Sezione E           Poesia Haiku;

       Sezione F           Narrativa;

        Sezione G           Ragazzi (fino a 15 anni).

Articolo 2

Le opere vanno inviate entro il 15 MARZO 2013 al seguente indirizzo: Associazione Culturale “ARS SCRIVENDI”c/o Luigi Leone– Corso Italia 226 – 80067 Sorrento (NA).

Le opere in concorso per le sezioni A, C, D, E , F, G,   spedite via posta, vanno prodotte in 4 copie di cui solo una firmata e completa di nome, cognome, indirizzo, recapito telefonico ed eventuale indirizzo e-mail. Le opere in concorso per la sezione B vanno inviate in 2 copie con allegati i dati dell’autore.

Articolo 3

Il premio non ha fine di lucro, tuttavia per le sezioni A, B, C, D, E, F,   è previsto un contributo per le spese di segreteria di 15,00 euro  per ciascuna sezione da inserire in una busta a parte all’interno del plico contenente le opere oppure con bonifico su c/c bancario del Banco di Napoli  intestato all’Associazione Culturale “ARS SCRIVENDI” codice IBAN IT56V0101067684510705148048  La partecipazione alla sezione G  è a titolo gratuito.

Articolo 4

Alle sezioni A “Poesia in lingua italiana”C “Poesia in vernacolo napoletano”  e D “Poesia  a tema religioso”   si può partecipare con massimo tre componimenti a tema libero di max 30 versi .

Articolo 5

Alla sezione B “Libro edito di poesia”  si può partecipare con un unico libro edito di poesie e/o di narrativa .

Articolo 6

Alla sezione E “Poesia Haiku” si può partecipare con massimo 3 componimenti a tema libero a schema classico ( 5 –7 –5 sillabe) Le sillabe possono essere conteggiate sia col sistema ortografico sia con quello metrico..

Articolo 7

Alla sezione F  “Narrativa” si può partecipare con un racconto breve a tema libero con una lunghezza massima di 5 cartelle e di 30 righe per cartella compresi gli spazi bianchi.

Articolo 8

Alla sezione H “ragazzi” possono partecipare i ragazzi fino a 15 anni di età con una poesia o con un racconto breve a tema libero.

Articolo 9

Per le sezioni A,  B, C, D, E, F,  saranno premiati i primi 3 classificati di ciascuna sezione con targa, e diploma; saranno, inoltre, assegnati menzioni d’onore e premi speciali della Presidenza ai successivi classificati e meritevoli; a tutti i partecipanti verrà consegnato l’attestato di partecipazione.

Per la sezione G saranno premiati i primi 3 classificati di ciascuna sezione con coppa , medaglia  ricordo e  diploma; i classificati  dal 4° al 20°  posto riceveranno medaglia ricordo e diploma; a tutti i partecipanti verrà consegnato il diploma di partecipazione.

Articolo 10

La cerimonia di premiazione si terrà  entro i mesi di maggio/giugno 2013 a Sorrento. I partecipanti saranno avvertiti con congruo anticipo.

Articolo 11

La società organizzatrice si riserva di pubblicare e divulgare a propria discrezione le opere partecipanti, con l’indicazione dell’autore. Gli autori delle opere eventualmente pubblicate e divulgate rinunciano a qualsiasi compenso relativo a tali opere mantenendone comunque la proprietà dei diritti d’autore.

Articolo 12

I dati personali saranno trattati unicamente per le finalità connesse al concorso. I partecipanti autorizzano gli organizzatori a raccogliere e trattare i dati personali necessari per la realizzazione della manifestazione essendo informati circa le finalità e le modalità di raccolta e trattamento dei dati, i soggetti ai quali possono essere comunicati, l’ambito di diffusione dei medesimi e i diritti loro spettanti ai sensi dell’art. 13 L. n° 675/96. L’interessato potrà richiedere in qualsiasi momento la loro cancellazione dal nostro indirizzario scrivendoci a Associazione Culturale “ARS SCRIVENDI” c/o Luigi Leone- Corso Italia 226 – 80067 Sorrento (NA).

Info:  LUIGI LEONE  3383387231 (dopo le ore 18,00) e-mail: leone_luigi@libero.it

La Bella d’Italia – Calendario 2013

L’Alca Eventi rappresentata in Campania dall’Agenzia Orefice

presenta

Il Calendario

LA BELLA D’ITALIA

Quest’anno alla presentazione del calendario regionale 2013 del Concorso Nazionale “La Bella d’Italia”, si è registrata una grande affluenza di pubblico presso il  “Rosolino”  prestigioso club sul lungomare di Napoli.

A condurre l’ormai celebre evento, lo straordinario Flavio Sly 

– showman,  conduttore radiofonico,  comico,  cantante  –

belladitalia

Sponsor

Comunicato Stampa Premiazione “Casa mia…Casa mia…” – Assoc. Culturale R.E.G.I.S.

Comunicato Stampa

IL CONCORSA “CASA MIA… CASA MIA…” PREMIA I VINCITORI

Venerdì 30 novembre 2012 ore 17,00 nella Sala del Carroccio, Piazza del Campidoglio, 1 si è svolta la cerimonia di premiazione del Concorso Nazionale di poesia sul tema della casa “Casa mia..Casa mia..”. Il concorso di poesia indetto dall’Associazione Culturale R.E.G.I.S. e patrocinato dalla Regione Lazio e da Roma Capitale.

Alla premiazione, in rappresentanza del mondo delle istituzioni, interverranno l’On. Paolo Masini, consigliere di Roma Capitale, l’On. Enzo Foschi, Vicepresidente della Commissione Sport e Cultura della Regione Lazio e l’On. Antonio Gazzellone, consigliere del Comune di Roma e responsabile della Commissione Turismo.

A far da padrone il mondo letterario e poetico non solo romano con Lidia Ferrara, scrittrice, critica e poetessa pluripremiata a livello nazionale e internazionale, anche per video di poesia e fiabe, inventrice di format di genere, Jole Chessa Olivares, poetessa vincitrice del maggior numero di premi a livello nazionale e la Dott.ssa Giovanna Napolitano, poetessa, scrittrice, critica, antiquaria, fa parte del Direttivo dell’Unione Italiana Lettori ed è membro del “Soroptimist Club Roma Tiber”.

Sono stati premiati per la sezione A in lingua italiana Gabriella Dal Farra con la poesia “LA CASA” che ha vinto il primo premio, Giuseppe Bonaccorso con  “SEI ANNI” per il secondo premio e per il terzo premio Luciana Vasile con “DENTRO LA MIA CASA”. I premiati della sezione B sono Maria Jatosti con la poesia “CASA CITTA’ MIA” che si è aggiudicata il primo premio, secondo premio a Paolo Buzzacconi con “TERESA” e terzo premio ad Alberto Canfora con “A CASA … SOLO”

L’Associazione Culturale R.E.G.I.S. Rappresentata da Laura Monaco e Paola Carenti ha premiato gli studenti della docente Paola Silveri, Classe V sezione A dell’Istituto Comprensivo “Via Dal verme” , che hanno partecipato al concorso.

L’evento al Campidoglio non è stato solo una conferenza di premiazione, ma un vero e proprio evento culturale infattil’Associazioone Culturale R.E.G.I.S. Ha ospitato la presentazione di due libri “Poesie scritte a destra DX3” di Quintino Di Marco e “Le Favole della Vita” di Cleonice Parisi.

“La poesia, finalmente, a dimensione popolare. È stato anche questo il filo conduttore del progetto – ha spiegato soddisfatta il consigliere dell’Associazione Regis, Laura Monaco – Hanno infatti partecipato persone di tutte le generazioni e dei più svariati ceti sociali e da tutta Italia. Insomma, una bella dimostrazione che è possibile fare cultura coinvolgendo persone di tutte le età e soprattutto i giovani che, a differenza della precedente edizione, hanno accolto con maggiore entusiasmo l’iniziativa di quest’anno”.

 

Leggi:  Le poesie vincitrici

 

Laura Monaco – Attrice

LAURA MONACO

Curriculum vitae

Tel: 3292452790 oppure 3498137669 Email: laura81monaco@hotmail.it


Attrice, cantante (e ballerina di salsa)
Dati fisici: Altezza: 170 cm, Peso: 57 Kg, Taglia: 40 – 42, Scarpe taglia: 39, Nazionalità: italiana
Lingue straniere parlate: Buona conoscenza dello Spagnolo(Castigliano) e Conoscenza scolastica dell’Inglese
Dialetti parlati: Romano, siciliano, calabrese, napoletano e un po’ di ciociaro.

Titolo di studio:
 Diploma conseguito al liceo scientifico statale C. Cavour di Roma nel luglio del 1999
 Laurea quinquennale del vecchio ordinamento presso l’Università di Roma tre in Architettura, conseguita nel
luglio del 2006 con votazione 110/110.
 Abilitata alla professione di Architetto e iscritta all’Ordine degli Architetti di Roma
Formazione:
 Diplomata alla scuola “Ribalte” di Enzo Garinei . Lista docenti: Recitazione:Enzo Garinei, Andrea Garinei,
Francesca Draghetti, Roberto Stocchi, Valter Palamenga; Dizione:Cinzia Alitto ; Canto: Antonella Tersigli;
Danza: Titta Graziano
 Borsa di studio alla Kostantlee Studio di Ilza Prestinari
 Stage di teatro comico presso il teatro dell’Orologio con Francesca Draghetti, Riccardo Cavallo e Roberto
Stocchi.
 Lezioni di dizione e recitazione con Cinzia Alitto
 F.I.T. Formazione Insegnanti Teatrali presso il centro del Jobel Teatro
 Lezioni di canto con M.Dott. Tommaso Monaco
 2009 Corso di doppiaggio diretto da Giorgio Lopez
 Giugno 2009 Stage con Michele Placido e Paolo Perelli
 Audition 2010 (Rita Forzano, Marita D’Elia, Pino Pellegrino, Fabio Jephcott, Tiziana Aristarco, Leonardo
Ferrara, Francesca De Martini)
 Biennio 2009/11 livello 2 presso l’YD’ Actors di Yvonne D’Abbraccio


Esperienze nel mondo dello spettacolo:
TEATRO
 Luglio 2007 “Sogno di una notte di mezz’estate” regia Emanuela Petroni , ruolo elfo – Roma, Vivaio Garden
 Agosto 2007 “Giulio Cesare” regia Daniele Salvo , ruolo popolana – Globe Theatre, Roma
 Ottobre 2007 “Sogno di una notte di mezz’estate” regia Federico Vigorito, ruolo tutte le fate – Teatro della
Visitazione, Roma
 Stagione 2007-2008 “Il signor Bonaventura” regia Irmo Bogino, ruolo Madama Tuberosa (nelle
scuole)Gennaio 2008 “La patente ” e “l’uomo dal fiore in bocca” regia Irmo Bogino, ruolo Aiuto regia
 Marzo-Aprile 2008 “Giorno di Saldi” regia Francesca Draghetti, ruolo Aiuto regia – Teatro Anfitrione, Roma
 Giugno 2008 “Sogno di una notte di mezz’estate” regia E. Petroni, ruolo Titania – Teatro Comunale di Rieti
 Giugno 2008 “Casa di Bernarda Alba” regia Emanuela Petroni, ruolo Bernarda – Sala Antica Roma, Roma
 6 luglio 2008 “Schemi cristallizzati in esplosione” al 30° Fai World Gliding Championship, regia Emanuela
Petroni, Rieti
 Luglio 2008 “Frammenti d’immensità”, regia E. Petroni, ruolo monologhista – Sala Antica Roma, Roma
 Ottobre 2008 “Ho visto passare il ‘900…una sera a teatro”, regia Ulisse Marco Patrignani, ruolo protagonista
femminile – Teatro Europa di Acilia e Teatro Comunale di Colleferro
 Ottobre 2008 musical “Le figlie di Pinco Pallino”, regia Irmo Bogino, ruolo Treccia e gnomo (nelle scuole)
 Dicembre 2008 spettacolo “Varietà”, regia Marco Leandris, ruolo sciantosa – Teatro Alba, Roma
 Marzo – maggio 2009 “Belzebulling”, regia R. M. Franco, ruolo antagonista-diavolo (nelle scuole)
 Luglio 2009 “L’Alba, il Giorno e la Notte” regia Pino Cormani, ruolo Anna – Roma, Cortili Ater
 Ottobre 2009 “Se son rose pungeranno”, Regia Salvatore Scirè, ruolo Vanessa – Teatro Petrolini, Roma
 Stagione 2009/10 “Cappuccetto Rosso ” con Erker Teatro, ruolo Pulcinella, Lupo e mamma (nelle scuole)
 Novembre 2009 “Sogno di una notte di mezza sbornia”, Regia Giovanni Intartaglia , Ruolo Assunta – Teatro
Albertino RM
 Gennaio 2010 “Ottocento” regia di Fredy Franzutti e supervisione artistica di Franco Battiato, Compagnia
Balletto del Sud, Auditorium Conciliazione, Roma
 Stagione 2009/10 “Belzebulling ” regia Paolo Perelli, ruolo protagonista (nelle scuole)
 Marzo-Aprile 2010 “La Mia Miglior Nemica” di Cinzia Berni, ruolo Gianna, Teatro Dei Servi, Roma
 Luglio 2010 ”Lungo il Tevere di Roma” manifestazione “le Muse del Tevere” presentazione e letture di libri :
“Heidi mon amour” – “Gentes” di Daniele Bonomo; “Legami Dolenti” di Massimo Canu; “Onda” di Elena
Proietti e “La legione occulta dell’impero Romano” di Roberto Genovesi
 Luglio 2010 “Omaggio al Giallo” scritto da Emanuele Merlino, regia Marco Prosperino; Piazza della
Liberazione, Palestrina
 Settembre 2010 “La morte di Sandokan” scritto e diretto da E. Merlino, Festival Spazi e Memoria, Viterbo –
Palazzo dei Priori
 Stagione 2010/2011 matinè: “Alice e il Viaggio nella Fantasia”; “Un Amore di Natale”; “Carnevale in
Maschera” e “La nascita del Mondo”. Compagnia R.E.G.I.S. (nelle scuole)
 Gennaio e marzo 2011 “L’Unità d’Italia” scritto da Emanuele Merlino, regia Marco Prosperino, Auditorium
di Rignano Flaminio e Auditorium di Anzio
 Febbraio 2011 “Caligola” regia Daniele Scattina, ruoli senatore e cortigiana, Teatro Nuovo Colosseo, Roma
 Aprile 2011 “La Mia Miglior Nemica” di Cinzia Berni, ruolo Gianna, Teatro Golden, Roma
 Aprile-maggio 2011 “C’è posta per 3” testo e regia di Marco Lapi, ruolo Laura, Teatro Petrolini, Roma
 Luglio 2011 “Garibaldi e Anita: l’amore al tempo della guerra”, regia Emanuele Merlino, Villa Celimontana
Circus, Roma
 Settembre 2011 “Dr Alton e Mr. Miller” testo e regia di Luca Simonelli, ruolo Miss Chantal Le Grand,
Viterbo – Festival della Memoria e Roma – Teatro Elsa Morante
 Settembre/ottobre 2011 “Chi è di scena” di Gabriele Mazzucco, regia Francesca Cioci, Ruolo mamma; Teatro
Ambra alla Garbatella e “Le salette” Roma
 Ottobre 2011 “Scherzi ” tre atti unici di A.P. Checov: Proposta di Matrimonio, L’Orso e la Corista. regia
Fabio Mureddu, Teatro Elsa Morante, Roma
 Ottobre 2011 “Di Robert Allen Zimmerman e di Bob Dylan” di Gabriele Mazzucco, regia Paola carenti,
Ruolo Joe; Piccolo Teatro di Garbatella Roma
 Ottobre/novembre 2011 “Love” di e con Marco Cavallaro, Voce al telefono, Teatro dei Satiri , Roma
 Stagione 2010/2011 matinè: “Cappuccetto Rosso”, “Che fine ha fatto Babbo Natale” e “Arlecchino e
Pulcinella in cucina” per la Compagnia R.E.G.I.S. (nelle scuole)


 Novembre 2011 “L’amore delle 3 Melarance” e del ”Gatto con gli stivali” spettacoli nelle case famiglia del
Comune di Roma
 Dicembre 2011 “A Natale te la piji…” testo e regia di Gabriele Mazzucco, Ruolo Irene; Piccolo Teatro di
Garbatella, Roma
 Dicembre 2011 “Sketch Anarchici” testo e regia di Gabriele Mazzucco ; Piccolo Teatro di Garbatella, Roma
 Stagione 2011/2012 “La favola della principessa Turandot” e “Alì Babbà e i 40 ladroni”, regia Pino Cormani
presso il teatro San Raffaele di Roma e in Tournèe per la Calabria
 Marzo 2012 “Siamo tutti Matti” testo e regia di Paola Carenti, Piccolo Teatro di Garbatella, Roma e Teatro
Comunale di Cairo Montenotte, ruolo coprotagonista
 Aprile 2012 “Un piano Diaboliko” testo e regia di Paola Carenti, ruolo Eva Kant, Teatro Elsa Morante e Casa
del Jazz, Roma
 Maggio 2012 “L’Alba, il Giorno e la Notte” di D. Niccodemi regia di Paola Carenti, ruolo protagonista,
Piccolo Teatro di Garbatella, Roma
 Maggio 2012 “Scarpe da donna” regia Claudio Zarlocchi, ruolo monologhista, Sugar C, Roma
 Luglio 2012 “Il bello di esser single”, testo e regia di Paola Carenti, Teatro Lo Spazio, Roma; ruolo
protagonista
 5 agosto 2012 “Ricordando Marilyn” regia Paola Carenti, disegno luci Alberto Maria Trabucco, ruolo
protagonista, Teatro Trastevere, Roma
 Stagione 2012/2013 “Heidi e il Nonno” Testo e regia di Paola Carenti per l’Associaione Culturale R.E.G.I.S.
 Stagione 2012/2013 “Anche nelle migliori famiglie” di Maurizio Micheli, regia Federico Vigorito, con
Maurizio Micheli e Aldo Ralli, Teatro della Cometa, Roma e tournèe nazionale

CINEMA
 2012 “Black Star” di Francesco Castellani, produzione Point Film
CORTOMETRAGGI
 Marzo 2009 “Che sballo” Regia di Maurizio Di Cesare, ruolo Alba
 Maggio 2009 “Seconda occasione”, Regia Michele Massari, per 48 ore film festival, trasmesso da RAI4
 Maggio 2010 “In your shoes”, Regia Michele Massari, per 48 ore film project, trasmesso da Coming Soon
Television
 Giugno 2011 “Il diario di Mina”, prodotto da MC2 Film, regia: Gianluca Clementi
 Febbraio 2012 Protagonista di puntata per video didattici di Italiano per Giapponesi, regia Marco Iacomelli
 Aprile 2012 “Precarietà a tempo indeterminato” di Ferdinando Morabito, regia Accursio Graffeo
 Luglio2012 “Fuori di testa”, di Francesca Erriu, regia Alessandro Ananasso e Mauro Scarpa, ruolo coprotagonista
TELEVISIONE
 Gennaio 2009Attrice di puntata per “Verdetto Finale” Rai-Endemol – trasmesso su RAI1
 Luglio 2009 attrice per Uno Mattina, scene per risparmio energetico, RAE e riciclaggio
 Ottobre 2010 “Medico in Famiglia 7” per Rai 1: Cliente cioccolateria episodio 8 (quarta puntata)
 Novembre 2011 “La voce ritrovata” Rai 1, minifiction per “Domenica In” di Carlo Dellonte, regia Valerio
Boserman
SERIE WEB
 Aprile 2012 “TRIS” di Antonio Bak, regia Donatella Corrado (sette puntate)
PUBBLICITA’
 Donna med, regia Massimo Lamante 2012 (pubblicità sul web)
 Poltrone e sofà, regia Marcello Cesena, agosto 2012
PRESENTATRICE
 2 Luglio 2009 presentatrice per concerto “Un tuffo nell’Opera”, per Estate al museo Città di Pomezia, ruolo
Presentatrice
 Giugno 2011 presentatrice per “L’Officina” al Teatro Vittoria di Roma
 10 dicembre 2011 presentatrice per l’VIII edizione di “Animal Spot”, Museo di Zoologia di Roma. Regia
Carla Bettoni
 Maggio – luglio 2012 Tamburo battente; co-presentatrice con Daniele Perini e Mirco Casadei, programma
della fox production
PREMI
 2010 Premio Fantasia di Garbatella
 2012 Premio “Personalità dell’anno” categoria new generation nell’ambito del “Troisi Festival”
VARIE
 Partecipazione al concorso canoro Festival di Napoli nel 2001 e nel 2002
 Partecipazione a sfilate
 Partecipazione alle selezioni per Miss Italia nel 2001
 Partecipazione alle selezioni calabresi per Miss Universo, vincendo una selezione nel 2005
 Partecipazione a concorsi di balli caraibici, quarta alle ragionali calabresi del 2006
 Marzo 2009 Organizzazione delle conferenza di presentazione del mio libro “Finestre sulla garbatella” (26/03/2009)
 CD di canzoni romane per la presentazione del mio libro “Finestre sulla Garbatella” (26/03/2009)
 Estate 2009 Organizzazione evento “Casa mia…Casa mia…” per La Regione Lazio, Assessorato alle Politiche delle Casa
 Scenografia e costumi dello spettacolo teatrale “Casa mia… Casa mia” (l’alba, il giorno e la notte) nei cortili Ater
 Hostess alle internazionali di tennis Roma 2011
 A.A. 2010/2011 docente del laboratorio teatrale presso la scuola di arti L’Officina a Roma
 Giugno/luglio 2011 docente del laboratorio teatrale presso il centro Eden a Roma
 Scenografa per gli spettacoli “Casa mia… Casa mia”,“Giorno di Saldi”,“Siamo tutti Matti”, “Un piano Diaboliko”,“L’Alba, il
Giorno e la Notte”,“Scarpe da donna”
 Costumista per lo spettacolo “Chi è di scena” e per “I Briganti” di Emanuele Merlino presso il teatro del carcere di Rebibbia
 Costumista e grafica per lo spettacolo “Di Robert Allen Zimmerman e di Bob Dylan”, “La Morte di Sandokan”, “Alice e il viaggio
nella Fantasia”, “Un amore di Natale”, “Carnevale in maschera”, “La nascita del Mondo”, “L’Unità d’Italia”, “C’è posta per
tre”,”Garibaldi e Anita: l’amore al tempo della guerra”,”Siamo tutti Matti”,”Un piano Diaboliko”, “L’Alba, il Giorno e la
Notte”,”Scarpe da donna”,”Ricordando Marilyn”,”Heidi e il Nonno”
 Autrice, costumista e grafica per lo spettacolo di “L’amore delle 3 Melarance” e del ”Gatto con gli stivali”
Attività aggiuntive
 Architetto
 Operatrice abilitata Watsu (iscrizione internazionale)
 Iscritta alla SIAE
 Iscritta al master universitario di Artiterapie
 Composizione e pubblicazione del mio primo libro “Finestre sulla Garbatella”
 Organizzatrice di eventi
 Presidente dell’Associazione Culturale R.E.G.I.S.
 Grafica di locandine e marchi
 Abilitata all’ascolto psicologico di livello base con nozioni di primo soccorso
Autorizzo il trattamento dei dati personali contenuti nel mio c.v. in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003

 

Le Favole della Vita recensito su “Il Finanziere”

Premio di Poesia “Casa mia…Casa mia…” – Scadenza 16 novembre 2012

Quarta Edizione del Premio di Poesia:

“Casa mia…Casa mia…”

in ricordo di Mario Di Carlo

È indetta la quarta edizione del Premio di poesia “Casa Mia…Casa Mia…” sul tema casa riservato a tutti i cittadini italiani.

REGOLAMENTO E BANDO DI CONCORSO

Art. 1: L’Associazione Culturale R.E.G.I.S. con il patrocinio della Regione Lazio indice la Quarta Edizione del Premio di Poesia: “Casa mia…Casa mia…” ispirato al tema “Casa”;

Art. 2: Il concorso di Poesia prevede un’unica categoria e due sezioni: è aperta a tutti i cittadini Italiani, senza discriminazione alcuna e senza limiti di età.

Il concorso è nato sotto proposta dell’ On. Mario Di Carlo, quando questi era Assessore alle Politiche della Casa. In memoria dell’Assessore prematuramente scomparso l’Associazione Culturale R.E.G.I.S. Dedica una sezione del Concorso alla memoria di uno dei suoi fondatori.

Sezione A: Le poesie dovranno essere redatte in lingua italiana. Ogni autore può partecipare presentando una sola poesia.

Sezione B “Mario di Carlo”: Le poesie dovranno essere redatte in dialetto romanesco. Ogni autore può partecipare presentando una sola poesia. Tutte le poesie scritte in dialetto romanesco dovranno essere accompagnate da una traduzione in lingua italiana. Si consiglia di scrivere accanto al testo in dialetto la traduzione in lingua italiana. E’ richiesto anche di indicare per i termini più desueti un glossario.

Il partecipante dichiara di essere l’autore della poesia da lui inviata per la partecipazione al Concorso e che le opere, inedite o edite ma non premiate in altri concorsi, sono di sua creazione personale. E’ consapevole che false attestazioni configurano un illecito perseguibile a norma di legge. L’Associazione declina ogni responsabilità in merito.

Art. 3: Ogni poeta può partecipare con una sola poesia che non superiori i 30 versi.

Art. 4: Importante per i partecipanti è attenersi al tema “casa”. La casa intesa come luogo, come nido, come grembo materno, come fonte di ricordi e culla di sentimenti, come rifugio dell’anima, ma anche la casa come problema sociale, come tematica satirica… La casa può essere osservata nei suoi molteplici aspetti. La casa è alla base della crescita dell’individuo e della formazione delle società. La casa può essere astratta nella sua fisicità e osservata come analisi di se stessi. Il tema casa può essere visto e scandagliato in tutti i suoi aspetti,
ma deve essere obbligatoriamente trattato nel componimento pena l’esclusione dello stesso
dal concorso.

Art. 5:  Le opere che arriveranno alla segreteria del Premio di poesia “Casa Mia…Casa Mia…”, dopo essere state registrate, saranno lette, in forma assolutamente anonima, dai componenti della Giuria, che designerà i primi tre classificati per ogni sezione (sezione A in lingua italiana; sezione B Mario Di Carlo in dialetto romanesco).
Il giudizio della Giuria è insindacabile e la stessa non è tenuta a motivare la scelta dei vincitori. La giuria potrà indicare poesie degne di nota che riceveranno una menzione in sede di premiazione.

Art. 6:  I concorrenti dovranno far pervenire il loro elaborato in busta chiusa. La busta deve contenere:

– in numero di 7 (sette) copie dattiloscritte o scritte a mano (Calligrafia leggibile possibilmente in stampatello maiuscolo), una sola delle quali dovrà riportare in calce: la sezione scelta (sezione A in lingua italiana; sezione B Mario Di Carlo in dialetto romanesco), nome, cognome e firma leggibile del partecipante. Sempre in calce deve contenere la dicitura:

“ ACCETTO LE CONDIZIONI DELLA QUARTA EDIZIONE DEL BANDO “CASA MIA…CASA MIA…” .

– scheda di partecipazione con l’autorizzazione al trattamento dei dati personali (vedi sotto/allegato);

– copia del versamento della quota di partecipazione (vedi Art. 7) pari a 10,00 €.

In caso di minore è necessario allegare alla suddetta documentazione la fotocopia del documento di uno dei genitori firmata dallo stesso e con su scritto:

“Autorizzo mio figlio (nome e cognome del candidato) a partecipare alla terza edizione del concorso di poesia “Casa mia…Casa mia…”.

Nel caso di partecipazione di classi scolastiche si prevede il rispetto delle prescrizioni succitate con l’aggiunta su ogni plico del nome e indirizzo della scuola, sezione e classe frequentata.

La mancanza di uno solo di questi dati comporta l’esclusione dalla partecipazione al concorso. Le buste chiuse dovranno essere inviate entro e non oltre il 16 novembre 2012 al seguente indirizzo (farà fede il timbro postale):

QUARTA EDIZIONE DEL PREMIO “CASA MIA…CASA MIA…”
ASSOCIAZIONE CULTURALE R.E.G.I.S.
VIA GIROLAMO BENZONI, 53 – 00154 ROMA

Le opere non pervenute entro la data di scadenza non saranno ammesse al concorso. L’Associazione non risponde di danni, manomissioni o smarrimenti dovuti alla spedizione. Le poesie di plagio saranno automaticamente escluse.

Art. 7:  La quota di partecipazione è fissata in euro 10,00 (dieci/00 euro) per spese di organizzazione e di segreteria da versarsi prima dell’invio del materiale a cui si deve allegare copia dello stesso versamento, tramite bonifico bancario a:

Associazione Culturale R.E.G.I.S. n° C/C
Codice IBAN IT71T0832703258000000000856.

Oppure versamento alla posta tramite ricarica di poste pay numero 4023600586511463 intestata a Laura Monaco, responsabile del progetto “Casa mia…Casa mia…” Indicare come causale del versamento: QUARTA EDIZIONE DEL PREMIO “CASA MIA…CASA MIA…” Eventuali ritardi nel pagamento escluderanno di fatto il poeta dalla partecipazione al concorso.

Art. 8: I membri costituenti la Giuria sono personalità di spicco nel panorama letterario nazionale e internazionale.

Giuria Sezione A, lingua italiana:

– Presidentessa di giuria, Lidia Ferrara, scrittrice, critica e poetessa pluripremiata a livello nazionale e internazionale, anche per video di poesia e fiabe, inventrice di format di genere;
– Jole Chessa Olivares, poetessa vincitrice del maggior numero di premi a livello nazionale;
– Dott.ssa Giovanna Napolitano, poetessa, scrittrice, critica, antiquaria, fa parte del Direttivo dell’Unione Italiana Lettori ed è membro del “Soroptimist Club Roma Tiber” Giuria Sezione B Mario Di Carlo, dialetto romanesco:
– Presidente di giuria, Prof. Marcello Teodonio, Presidente del Centro Studi “Giuseppe;
– Gioachino Belli”, poeta, scrittore, critico, professore universitario e studioso del dialetto romanesco;
– Lidia Ferrara, scrittrice, critica e poetessa pluripremiata a livello nazionale e internazionale, anche per video di poesia e fiabe, inventrice di format di genere;
– Jole Chessa Olivares, poetessa vincitrice del maggior numero di premi a livello nazionale;
– Dott.ssa Giovanna Napolitano, poetessa, scrittrice, critica, antiquaria, fa parte del Direttivo dell’Unione Italiana Lettori ed è membro del “Soroptimist Club Roma Tiber”.

Il giudizio della Giuria è insindacabile e la stessa non è tenuta a motivare la scelta del vincitore. La giuria potrà inoltre decidere di segnalare componimenti meritevoli di attenzione.

Art. 9: La giuria selezionerà tre vincitori per ogni sezione ai quali saranno assegnati attestato e premio per:

Sezione A lingua italiana:

1° Classificato (premio più attestato)
2° Classificato (premio più attestato)
3° Classificato (premio più attestato)

Sezione B Mario Di Carlo in dialetto romanesco:

1° Classificato (premio più attestato)
2° Classificato (premio più attestato)
3° Classificato (premio più attestato)

A tutti i partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione

Art. 10: La cerimonia di premiazione, aperta al pubblico, si svolgerà venerdì 30 novembre 2012 alle ore 17.00 presso la Sala del Carroccio, Piazza del Campidoglio, 1 – 00186 Roma con la presenza dell’On. Enzo Foschi, Vicepresidente della Commissione Sport e Cultura della Regione Lazio e dell’On. Antonio Gazzellone, consigliere comunale con delega al turismo. I vincitori saranno avvisati per via telefonica.

Non è escluso che l’Associazione Culturale R.E.G.I.S. ricordi a tutti i partecipanti la cerimonia di premiazione tramite comunicazione telefonica. I premi e gli attestati potranno essere ritirati dagli interessati (o da persona delegata) il giorno stesso della premiazione. In caso di mancato ritiro l’Associazione si occuperà di inviare solo gli attestati di partecipazione e non i premi. Le poesie vincitrici ed i testi ritenuti meritevoli, saranno letti in sede di premiazione dagli autori stessi senza compenso alcuno per la lettura in pubblico dell’opera. L’organizzazione non è tenuta a fornire alcuna comunicazione ne scritta ne verbale sull’esito del Premio ai concorrenti non premiati. I vincitori e i partecipanti al Premio di Poesia: “Casa mia…Casa mia…” sono invitati a partecipare alla manifestazione.

Art. 11: Il materiale inviato non sarà restituito. L’Associazione Culturale R.E.G.I.S. si riserva ogni diritto di pubblicazione e ogni diritto di impaginazione secondo la linea editoriale che l’Associazione Culturale R.E.G.I.S. stessa deciderà. L’eventuale pubblicazione non prevederà compenso alcuno per gli autori, garantendo l’attribuzione del testo e la citazione dell’autore medesimo. L’autore sarà avvisato per tempo dell’eventuale pubblicazione. A tal proposito l’Associazione si ritiene sollevata da qualsiasi responsabilità o pretesa degli autori e di terzi o di altri enti di tutela di autori ed editori. Non è previsto nessun tipo di rimborso spese.

Art. 12: I dati personali saranno utilizzati ai fini del concorso, per l’eventuale pubblicazione delle opere, anche non vincitrici, e per la comunicazioni di futuri bandi.
Ciò avverrà nel rispetto del D.lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 (“Codice in materia di protezione dei dati personali”) e successive modifiche e/o integrazioni.

Art. 13: La partecipazione comporta la piena accettazione di tutti gli articoli contenuti nel presente bando. Per informazioni contattare Associazione Culturale R.E.G.I.S. ai numeri 329.2452790 – 3391595154 Il bando è disponibile on line sul sito dell’Associazione: www.regisassociazioneculturale.it.

Art. 14: L’Associazione si riserva di decidere su quanto non previsto dal presente Regolamento.

Per maggiori informazioni:

Segreteria Associazione Culturale R.E.G.I.S.
Tel. 329.2452790 – 3391595154
e-mail: regis2009@libero.it