favola bambini favole
  • info@cleopa.it

La Rosa dei Venti – Filastrocca

La Rosa dei Venti – Filastrocca


La Rosa dei Venti

Rosa era bella come una stella,
cercava tra i Venti i suoi pretendenti.

Son l’Ostro e mi prostro.
E’ il mio primo posto?

Poi giunse dal mare il vento Maestrale:

Al tuo primo posto mi inchino sir Ostro
ma inver poco vale, io sono il Maestrale.

Permesso, permesso,
son giunto or, ora,
che in giro si sappia io sono la Bora;

E’ giunto tra voi il vento Scirocco,
suonate campane il vostro rintocco!

Scusate se sfreccio
io sono il Libeccio,
non è per capriccio
ma tolgo l’impiccio.

Non vale, non vale
son su per le scale
aprite il portale
io sono il Grecale;

La giovane Rosa rispose un po’ ombrosa:

Non basta una prosa
per cogliere Rosa
non dono il mio cuore
se non sento amore!

Cleonice Parisi

2 pensieri su “La Rosa dei Venti – Filastrocca

HAMZAPubblicato in data6:17 pm - Nov 17, 2010

BELISSIMA MA NON CI SONO GLI ALTRI VENTI

HAMZAPubblicato in data6:19 pm - Nov 17, 2010

MI PIACE TANTISSIMO BRVO A CHI LA SCRITA

Invia il messaggio