favola bambini favole
  • info@cleopa.it

L’uovo magico

L’uovo magico

L’uovo magico

Una strana leggenda racconta di un uovo che rotolava per le strade di un paesino, e rotolando rotolando, bussava di porta in porta, alla ricerca della sua mamma. Tutti aprivano l’uscio a quell’unico tocco e rimanevano particolarmente sorpresi nel sentire un uovo chiedere:

C’è mica la mia mamma?


Il povero uovo dopo aver girovagato per mezzo paese, si fermò nei pressi di un pozzetto in pietra, e li restò per molti giorni, triste e sconsolato. Tutti coloro che avevano aperto l’uscio al suo tocco, ne ebbero compassione e non mancavano mai di fargli una carezza.

Quel calore fece si che l’uovo si schiudesse. Accorsero in tanti, giusto in tempo per assistere al miracolo della nascita, ma da quell’uovo non ne uscì un pulcino, così come tutti credevano, ma una piccola fata dalle ali lunghe e scintillanti. La meraviglia colpì il cuore della gente.

La fatina si guardò intorno per pochi istanti ed immediatamente spiccò il volo nel cielo. Tutti alzarono il capo per seguirne i leggiadri volteggi, ma scomparve quasi subito tra le nuvole candide di quel cielo primaverile, riscendendone quasi immediatamente:

Sapete ho poi trovato la mia mamma!

Disse giuliva la fatina.

La cercavo nel posto sbagliato, perché credevo d’essere un uovo, oggi so d’essere una fata e che la mia mamma è nei cieli.

Cleonice Parisi

Invia il messaggio