favola bambini favole
  • info@cleopa.it

Lasciatemi morire – Poesia sulla morte

Lasciatemi morire – Poesia sulla morte


Lasciatemi morire

Lasciatemi morire,
nella mia libertà è il mio solo tesoro
non conosce catene l’uomo in volo
e per il mio ultimo viaggio voi aprirete gabbie;

Lasciatemi scegliere
se del dolore sarò stanco
e nelle lacrime di chi m’ama
troppo arranco;

Lasciatemi morire
nei vostri occhi scorgo il fardello
lasciate scorrere via questo ruscello;

Lasciatemi morire,
non è nel lasciar libero un uomo
che avrete perso contro il frastuono,
cerco il silenzio fatemene dono
voglio volare oltre questo suono.

Lasciatemi morire,
cos’è una farfalla che non desia volo,
se non carta appassita
tra le sbarre di una prigione infinita.

Lasciatemi morire,
così come Il fiume scende al mare
io me ne vorrei andare;

Lasciatemi morire
ho della candela la sembianza
ma non scorgo più luce in questa stanza;

Lasciatemi morire
se è quando la vita non sarà più vita
ho nella libertà il mio solo tesoro
vi prego fatemene dono.

Cleonice Parisi

8 pensieri su “Lasciatemi morire – Poesia sulla morte

CleopaPubblicato in data7:50 am - Nov 14, 2007

Accogliendo l’invito di Silvana Stremiz, nello scrivere un pensiero sull’eutanasia, lascio sulla spiaggia del vivere le mie emozioni.

Vi invito a visitare il blog di Silvana dove sono appunto raccolte le poesie di svariati autori sull’argomento:
http://thoughtsandotherthings.myblog.it/

E voi come la pensate?

marianPubblicato in data3:11 pm - Dic 15, 2007

anchio conoscevo una persona, a me molto cara, non soffriva di eutanasia, ma soffriva ugualmente, è molte volte pregava perchè morisse, che qualcuno l’aiutasse a morire, leggevo nei suoi occhi la disperazione, della sua vita, è triste fare di tutto per alleviare il dolore è non riuscirci….quella persona era mia madre, lei pensava più a me che alla sua sofferenza, credeva di darmi fastidio credeva che morendo mi avrebbe liberata,non capiva che essendo mia madre non l’avrei mai lasciata sola, con lei ho sofferto,è gioito in quei pochi momenti felici, è dopo la sua morte ancora oggi mi manca tantissimo

CleopaPubblicato in data7:19 am - Dic 17, 2007

La tua esperienza mi ha molto toccata, ho atteso per risponderti, non sapevo cosa dirti, sei stata grande, non so se al tuo posto sarei riuscita a rendere dolce e tanto amato anche l’ultimo saluto, sono queste le qualità dei cuori grandi, trovano la forza nella disperazione più oscura.
Sei grande Marian :))))))

marianPubblicato in data2:07 pm - Dic 18, 2007

ti ringrazio, per le tue belle e dolci parole ti mando un mondo di baci……

CleopaPubblicato in data6:11 am - Feb 11, 2009

Anche poesia può essere testamento…

questa è la mia volontà espressa in versi, se dovessi modificarne visione…rettificherò…

altrimenti che resti questa la mia volontà espressa.

peppino fieniPubblicato in data7:19 pm - Feb 17, 2009

siamo sempre energia, anche dopo la morte e pensarla come una libertà è un essersi sintonizzati su un fatto certo che però non ci fa trascinare catene.
ok

claudiaPubblicato in data12:11 pm - Giu 5, 2009

mi ha colpito molto questa poesia sembrano le parole di mia madre quando ormai non ce la faceva più!l’ho copiata sul mio blog!ho lasciato anche il link!nel caso ci fossero problemi posso eliminarla tranquillamente!

Cleonice ParisiPubblicato in data1:04 pm - Giu 5, 2009

Tranquilla Claudia, prendila pure…mi spiace tanto per la tua mamma…fatti forza. Un bacio.

Invia il messaggio