Quel che resterà di me

A te che non so chi sei
che soffri nel silenzio di un lettino,
che spesso non hai nessuno vicino.

Non so cosa darei
per non lasciarti li dove sei.

***

A te che non so chi sei
che vivi nel dolore in tutte le ore
che non senti più di nulla il sapore.

Non so cosa darei
per non lasciarti li dove sei.

***

Ma ora che il tramonto è vicino
io torno ad essere un bambino
e prima che sia finita
donarti voglio la mia vita.

***

Ora so cosa farei
per non lasciarti li dove sei
i miei organi ti donerei.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website