favola bambini favole
  • info@cleopa.it

La Memoria della Vita – Poesia

La Memoria della Vita – Poesia

La Memoria della Vita

Mormora il rigido sentiero
quando s’incrina nell’aggiustar rotta
mangerà delle briciole del suo assestarsi
per comprendere
che nessuna vita avanza nel rigido
progetto che la mente crea.

La vita è fluido divenire,
che muta durante tutto il suo avanzare.

Come fiume dall’imprevedibile corso
farà ribollir le sue acque,
così la vita avanzerà non senza rumore
tra gli stretti argini di un vivere
che solo apparentemente divora.

Come fiume che non conosce letto
avrà flessibile corso e volterà faccia

ovunque i suoi sogni migrino.
Così è la Vita,
quando di se stessa ha memoria.

Muto stagno,
dalle acque fetide è invece
il viver cieco, quello
che non ascolta canto
e neppure vede sole,
dove gli uccelli non migrano
e dove i cuori non lodano cuori.

La Vita è ciò che il tuo cuore sceglie
decidi: fiume che ribolle o fetido stagno.

Cleonice Parisi

2 pensieri su “La Memoria della Vita – Poesia

Recensione di Gabriella Bucco (Il settimanale – La Vita Cattolica) | La Piccola Voce di CleopaPubblicato in data9:53 pm - Feb 9, 2008

[…] la famiglia, i figli, l’amore, il difficile rapporto con i compagni, la convinzione che la “la vita è ciò che il tuo cuore sceglie” nella capacità, tutta femminile, di adattarsi agli avvenimenti senza cercare di imporre il rigido […]

peppino fieniPubblicato in data11:29 am - Set 8, 2010

Decidi: fiume che ribolle o fedito stagno. E’ già una poesia il titolo: Poi uno stridente contrasto che, paradossalmente, aiuta la vita stessa. Il finale lo dice. Creativa o poetica? Tutte e due

Invia il messaggio