favola bambini favole
  • info@cleopa.it

La Piccola Voce

La Piccola Voce

lapiccolavoce250.jpg

Edizioni Il Filo
ISBN 88-7842-124-
Copyright 2005 Cleonice Parisi
Copyright 2005 Il Filo Srl

Acquista “La piccola voce”


L’amore è un albero le cui radici affondano nella comprensione.


Brevi racconti, frammenti di esistenza , illuminazioni che riflettono e fanno riflettere sulla Natura e sulla sua compenetrazione con la Ragione e il Sogno: è questo un microcosmo che anima le pagine de La Piccola Voce. Un universo fatto di piccoli personaggi e di intense storie che possiedono un dono straordinario, quello di riuscire ad entrare nei cuori e di sapervi trovare Dio in tutte le infinite forme con cui appare nel Creato, nei fiori, negli alberi, negli animali, nel candido pulcino come nel maestoso leone, negli esseri umani e persino negli oggetti inanimati. Cleonice Parisi affida il suo pensiero al racconto Fiume di Luna, 1 classificato sezione Narrativa al “Premio Nazionale di Poesia e Narrativa Surrentum” (Sorrento 2004), intenso viaggio fantastico in cui la spiritualità e l’amore incondizionato per qualsiasi creatura rinnovano continuamente l’origine e il significato dell’esistenza di ogni essere vivente.

Libro premiato al primo posto, del Concorso Letterario Surrentum maggio 2006


Intervista tratta dal supplemento non periodico 1/2006 della rivista Il Filo

Nuove Voci

Parisi Cleonice

“La piccola voce”

Poetica

Vivere è un pò come dipingere un quadro astratto, con mille è più pennellate, dove a cambiare non sono solo i colori ma anche la forza con la quale viene impresso il pennello sulla tela. Non esiste pennellata identica, non esiste colore che abbia la stessa sfumatura di un altro, non esiste vita uguale ad un altra, ne inutile esistenza. La mia “poetica” vuole appunto gridare questa verità.Ogni vita è speciale ed unica.

Il libro

Il titolo del mio libro è: La piccola voce, che raccoglie una serie di racconti metaforici, da alcuni definiti parabole, dove la semplice rappresentazione di personaggi improbabili, quale il pulcino e la gallina, il seme e l’albero, prendono vita, per spiegare all’uomo che il suo cammino, seppur difficile, è una strada obbligata che lo condurra al sorriso, e che il complesso altro non è che lo scrigno del semplice. Per concludere ricordate sempre:

Nessuna esistenza è vana e inutile, siamo tutti elementi essenziali del magico disegno della vita. Apparteniamo ad esso, come esso ci appartiene.

Qual è il ruolo della letteratura nella società contemporanea?

La cultura è una barca dorata che solca il mare magnun del sapere, chi si imbarca sul suo vascello non diviene in forza di tale gesto migliore di altri, ma acquisisce di sicuro una maggiore capacità di comprensione, ed è attraverso quella comprensione che si giunge alla saggezza.La letteratura contemporanea è il termometro del nostro sapere superiore, e purtroppo anche del nostro sapere inferiore, essa è un elemento essenziale della cultura a cui l’occhio umano, dovrà sempre prestare attenzione per coniare tra tante parole la propria verità.

Come giudica la possibilità di diffondere la poesia e la narrativa presso il grande pubblico attraverso mezzi quali internet, radio e televisione?

Ho personalmente sperimentato con successo la diffusione dei miei scritti attraverso internet, in particolare gli aforismi hanno trovato un terreno fertile sul quale germogliare. Continuerò a diffondere attraverso questo mezzo potente il mio pensiero, in modo discreto e non invadente e soprattutto gratuito. La dove c’è scelta fiorisce la libertà, e sulla libera percezione del pensiero si ergono gli uomini grandi.


Recensione di Angelo Angellotti

La piccola voce
di Cleonice Parisi
Frammenti leggeri di vita vissuta, di esistenza illuminante ed illuminata sulla Natura come terza persona di una mistica e sintetica Triade in cui vivono ed albergano Sogno e Ragione, in un andamento dialettico non vive di opposizione per narrare; armonicamente, si produce una melodia in cui ci si perde, in quella terra di nessuno sospesa tra sonno e veglia. Senza che le parole possano contaminare né il sonno né la veglia. Questa è la Piccola Voce.

Questo il nuovo lavoro di Cleonice Parisi. Un sussurro, che culla la coscienza senza lasciarla sprofondare nell’oblio. Che s’accosta con la leggerezza di un battito d’ali, lasciando che l’animo del lettore s’accompagni alla fantasia, posandosi di rigo in rigo fino all’ultima poggia.

Storie minime, di personaggi comuni, che adorano le piccole cose che hanno un valore non quantificabile col vile denaro. Che valgono il valore della esistenza nella natura.

Così la scrittrice lascia che sia un cammeo ad incastonare la bellezza del proprio racconto e della propria narrazione, Fiume di Luna, un inno alla vita ed alla sacralità dell’esistenza di ogni individuo, ed amore verso di esso senza alcuna forma di condizionamento.

“un messaggio continuativo che spinge le nostre esistenze verso l’amore universale”.

Un amore non banale, che si specchia nella molteplicità indivisibile di ogni essere vivente.

Il senso del lavoro della scrittrice mi par ben riassunto nella risposta ch’ella stessa da alla domanda sul perché scriva, e vale la pensa lasciarla come migliore chiusa sul suo lavoro:

“Un giorno nel vedere un piccolo bambino rom, picchiato dal padre, perché invece di chiedere la carità si era messo a giocare, decisi tra le lacrime di non far scappare via quel pensiero senza aver trovato una risposta a tanta ingiustizia, e la risposta fu:

Da allora scrivo per fermare i pensieri, per cercare le risposte alle mie domande, mediando tra ragione e sentimento.

Guarda quante volte la vita ha picchiato quel padre.”

Una piccola grande voce.

(Angelo Angellotti)

guidaepistolare@supereva.it

http://guide.dada.net

Cleonice Parisi

Invia il messaggio